Pagine

mercoledì 8 gennaio 2014

Diy or die

 

Siete mai venuti a cena a casa nostra in una notte di luna nuova?
No?
Beh, allora non avete mai provato il buio pesto.

Da noi non ci sono lampioni pubblici (e neanche un briciolo d'asfalto, come dicevo qualche post fa), eppercio' abbiamo sempre accolto i nostri amici coraggiosi (quelli che osavano presentarsi a cena) con una bella pila "a mano".

Ora, finalmente, complice il fatto che non piove, abbiamo (a dire la verità ha fatto tutto il Mari') montato la luce a sensore dove si parcheggia dietro casa e sopra la porta.
La nostra qualità della vita ha fatto un bel balzo in avanti!

Sempre in tema di qualità della vita, anche il mobiletto del bagno ha il suo porco ruolo.
Mai più asciugamani ammassati in bella vista uno sull'altro e phon e silkepil sotto gli occhi di tutti.
In fondo lo scopo delle ante e' nascondere il casino.
Peccato che io abbia sbagliato a prendere il colore del mordente per il legno. Ho preso un noce scuro anziché un noce medio, ma non siamo tipi da formalizzarci e l'effetto non è poi così male.

Sono triste solo per una cosa: il nostro avvitatore Bosh ci ha lasciato.
O meglio: ci ha lasciato la di lui batteria e abbiamo  scoperto che comprare una batteria nuova per quegli aggeggi costa più che comprare l'aggeggio nuovo.

L'obsolescenza programmata e' una di quelle cose che mi fa impazzire!



Nessun commento:

Posta un commento